Pubblicato il

La leggenda della testa di moro

In molti balconi siciliani è possibile ammirare le caratteristiche teste di Moro. Qual è l’origine di questi coloratissimi vasi? Come molte cose in Sicilia è una leggenda a dare vita a questa usanza: una macabra leggenda, ambientata a Palermo.

Intorno all’anno 1100, nel quartiere Kalsa di Palermo viveva una bellissima fanciulla dedita alla cura delle piante del suo balcone. Un giorno un giovane moro vedendola se ne innamorò e le dichiarò il suo amore.

La fanciulla ricambiò il suo amore, ma solo per poco, dal momento che quando seppe che questi l’avrebbe presto lasciata per tornare in Oriente dalla moglie e i figli lo uccise tagliandogli la testa, e con questa fece un vaso dove piantò una pianta di basilico che cresceva talmente rigogliosa da destare l’invidia di tutti gli abitanti del quartiere che, per non essere da meno, si fecero costruire dei vasi di terracotta a forma di testa di moro.